Cosa fare se il tuo impianto fotovoltaico non funziona

Cosa fare se il tuo impianto fotovoltaico non funziona

Eccoci di nuovo alle prese con un impianto fotovoltaico che, improvvisamente, ha smesso di funzionare correttamente. Tutto ha funzionato alla perfezione per alcuni anni, finché un giorno, come un fulmine a ciel sereno, ci ritroviamo senza quel flusso di energia pulita e gratuita a cui ormai eravamo abituati. Cosa può essere successo al nostro caro ed economico amico che ci faceva risparmiare sulle bollette?

Le cause di un arresto della produzione di un impianto fotovoltaico possono essere le più svariate: dal semplice temporale con fulmini che ha danneggiato delicate componentistiche elettroniche, alla più classica uscita di servizio dell’inverter per normale usura dei suoi elementi nel corso degli anni. Qualunque sia l’origine del disturbo, è chiaro che la prima reazione istintiva sarà quella di andare nel panico e preoccuparci di quanto questo guasto ci costerà, sia in termini economici che di mancata produzione nel frattempo.

Bene, la prima regola da seguire è mantenere la calma: nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, gli arresti di sistema di un impianto fotovoltaico si risolvono in maniera più semplice ed economica di quanto temuto inizialmente. Certo, una volta escluso che si tratti di un falso allarme, e appurato che l’impianto è effettivamente KO, dovremo mettere in conto di rivolgerci quanto prima ad un tecnico specializzato, non potendo ovviamente agire autonomamente su sistemi complessi come quelli fotovoltaici.

Ma prima ancora dell’intervento vero e proprio, è importante capire e seguire una serie di passaggi fondamentali, che andremo ad illustrare qui di seguito: da quali verifiche iniziali da eseguire autonomamente, all’importanza di individuare un professionista realmente qualificato, fino alle migliori modalità per entrare in contatto con quest’ultimo. Armandoci di queste informazioni chiave e mantenendo il sangue freddo, potremo affrontare con successo il ripristino della piena efficienza del nostro prezioso impianto green.

Cosa fare quando l’impianto fotovoltaico smette di funzionare

Se noti che il tuo impianto fotovoltaico ha improvvisamente cessato di funzionare, il primo controllo da effettuare è sull’inverter. Questo componente fondamentale si occupa di convertire la corrente continua prodotta dai pannelli in corrente alternata utilizzabile dai tuoi elettrodomestici. Controlla sul display dell’inverter la presenza di eventuali messaggi di errore o malfunzionamenti.

In caso non comparissero informazioni di sorta, prova a riavviarlo spegnendolo e riaccendendolo. Attendi qualche istante perché completi la procedura di riavvio e verifica che il led verde si riaccenda, sinonimo di corretto funzionamento. Se il problema dovesse persistere nonostante il reboot, è il caso di passare al secondo step.

Prima di gettare la spugna, assicurati di dare un’occhiata anche al tuo quadro elettrico domestico. In particolare, verifica che l’interruttore differenziale o magnetotermico associato all’impianto fotovoltaico non sia intervenuto a causa di un corto circuito o di una dispersione anomala verso terra. Controlla quindi che non sia scattato in posizione di “aperto”.

Riattivalo, se necessario, riportandolo su “chiuso” e attendi qualche minuto per vedere se la situazione si sblocca e l’inverter ricomincia a funzionare regolarmente con il led verde acceso fisso. Laddove i tuoi rapidi controlli manuali non avessero sortito effetto alcuno, è inevitabilmente arrivato il momento di rivolgersi ad un tecnico specializzato in sistemi fotovoltaici.

Evita di perdere altro tempo prezioso o di mettere alla prova l’abilità di amici e conoscenti senza le competenze tecniche adeguate: il rischio concreto è quello di peggiorare ulteriormente la situazione o dilatare ancor più i tempi per la soluzione del problema. Varrà senz’altro la pena sostenere il costo di una chiamata a un professionista del settore, piuttosto che impelagarsi in sterili ed inconcludenti tentativi fai-da-te.

Perché è importante affidarsi a un tecnico qualificato

Un tecnico che si occupa di impianti fotovoltaici quotidianamente possiede tutta la strumentazione necessaria per una diagnosi e riparazione rapida ed efficace. Questa attrezzatura specifica, che un generico elettricista difficilmente avrà a disposizione nel suo furgone, permette di velocizzare enormemente le operazioni, portando al ripristino della piena funzionalità nel minor tempo possibile.

Master voltimetrici, tester professionali e computer di diagnostica fanno parte del corredo standard di chi lavora con competenza sugli impianti solari. Senza contare che la consolidata esperienza su questa particolare tipologia d’impianti consente al tecnico specializzato di orientarsi con più facilità e immediatezza nell’individuazione dell’origine del guasto, senza bisogno di lunghi e laboriosi tentativi che non farebbero altro che rallentare il processo di soluzione del problema.

Grazie alla sua confidenza decennale con ogni tipo di sistema fotovoltaico, di qualsiasi dimensione e complessità, egli saprà senza dubbio districarsi con destrezza tra i meandri di un impianto solare non funzionante.

Conoscenza delle procedure

Da non sottovalutare neppure l’aspetto procedurale: il professionista qualificato segue protocolli standardizzati e collaudati da anni di esperienza sul campo, appositamente pensati e tarati per operazioni di ricerca guasti e successiva riparazione fault di impianti fotovoltaici. Ciò riduce ulteriormente tempi, costi complessivi dell’intervento e probabilità di errori, a tutto vantaggio del cliente finale.

Come trovare il tecnico giusto

Se possibile, il primo contatto andrebbe senz’altro effettuato con l’azienda o il tecnico che si sono occupati dell’installazione originaria del tuo impianto. Molto spesso gli installatori più seri offrono contratti di manutenzione programmata a costi contenuti proprio per fidelizzare il cliente, e conoscono quello specifico sistema che hanno posato nei minimi dettagli. Per cui sapranno precisamente dove e come intervenire nel migliore dei modi in caso di malfunzionamento.

Laddove non potessi più appoggiarti all’installatore iniziale, perché ad esempio ha cessato l’attività, esistono comunque sul mercato diverse realtà affidabili che si occupano di assistenza e pronto intervento su impianti fotovoltaici già installati da altri. Queste aziende raggruppano professionisti preparati e costantemente aggiornati, con magazzini forniti di tutta la componentistica di ricambio necessaria per rimettere in sesto qualunque tipologia di impianto solare.

Giunti al termine di questo percorso, possiamo ritenerci pienamente equipaggiati per affrontare con successo un’eventuale situazione di arresto improvviso del nostro impianto fotovoltaico. Abbiamo infatti affrontato e analizzato esaustivamente tre aspetti imprescindibili per la veloce risoluzione del problema:

  • Controlli fai-da-te iniziali: abbiamo visto come in autonomia sia possibile e doveroso eseguire alcuni rapidi controlli, volti ad accertare lo stato di elementi chiave come l’inverter e il quadro elettrico. Verificando display, interruttori o magnetotermici, possiamo da soli rilevare e risolvere anomalie di lieve entità, oppure comprendere che il guasto è più serio e richiede l’azione di personale specializzato.
  • Importanza del tecnico qualificato: qualora i nostri tentativi risultassero vani, diventa imprescindibile affidare l’impianto ad un professionista competente, che possieda le skill tecniche e la dotazione strumentale idonea per il ripristino della normale funzionalità. Non ha senso perdere tempo prezioso basandosi sul “fai-da-te” improvvisato o sull’intervento di personale non adeguato.

A questo punto, ti sarà chiaro come agire nel migliore dei modi per far ripartire la produzione del tuo impianto green nel più breve tempo possibile e con la maggiore garanzia di efficacia. Risolto questo imprevisto, potrai ritornare a godere di bollette leggere e di elettricità a costo zero, guardando con fiducia al futuro grazie al supporto della tecnologia fotovoltaica e dei tecnici qualificati su cui fare affidamento.